Parco Regionale del Delta del Po (Valli di Argenta)

Le Valli di Argenta sono uno dei pochi esempi in Europa di zone umide di acqua dolce e si trovano alle spalle di Lido Spina. Il trekking che porta alla scoperta delle Valli di Argenta è un percorso meraviglioso da realizzare sotto l’aspetto naturalistico e storico. L’itinerario prevede le seguenti tappe:

Argenta, Pieve di San Giorgio, Santuario della Celletta, San Lorenzo e Convento dei Cappuccini, San Domenico con il Museo Civico, Museo della bonifica del Salarino, un perfetto esempio di archeologia industriale, Casino di Campotto – Museo delle valli, Casse di espansione per le acque del fiume di Campotto e del Bassarone, Bosco del Travesante, Vallesanta, la zona umida compresa tra i fiumi Idice e Sillaro.

Inoltre sempre nelle Valli Argenta c’è l’ecomuseo di Argenta; ma che cos’è un ecomuseo?
Il concetto di Ecomuseo è di origine francese e si è affermato a partire dagli anni Settanta del secolo scorso: musée éclaté (museo “esploso”) prima e poi Ecomuseo. L’evoluzione semantica del termine rende bene l’idea: museo che supera i confini dei propri muri, i limiti dell’edificio per allargarsi al territorio, all’organizzazione umana che vi risiede, al paesaggio, al patrimonio culturale e alla comunità stessa che vi vive. L’Ecomuseo è frutto di intese tra il Comune di Argenta, il consorzio della Bonifica Renana, realizzatore del sistema di regimazione idraulica, e il Parco del Delta del Po, titolare delle funzioni di orientamento e ricerca scientifica, di gestione e qualificazione ambientale del territorio. Il sistema ecomuseale di Argenta si articola in tre stazioni museali: il Museo delle Valli di Argenta, il Museo della Bonifica e il Museo Civico.

Dal 24 febbraio 2010 il Museo delle Valli di Argenta e il Museo della Bonifica sono ufficialmente due dei musei regionali che hanno ottenuto lo status di “museo riconosciuto” dall’Istituto per i Beni Culturali dell’Emilia-Romagna,Mibact. Il riconoscimento si basa sull’ottemperanza ad un’ampia gamma di requisiti: si va dalla presenza di personale tecnico e scientifico all’applicazione di corrette metodologie di gestione e cura del patrimonio, da una chiara visione delle proprie vocazioni ad un adeguato assetto finanziario, passando per una serie di strumenti, dotazioni, servizi in grado di dare risposte di alto profilo qualitativo alle sollecitazioni e alle aspettative del pubblico.

Fonte grandistoriedipiccoliborghi

Nella zona delle Valli di Argenta consigliamo un soggiorno presso le seguenti strutture, che accettano sia gruppi che individuali.

Rifugi nel Parco naturale del Delta del Po rif.1055

Villaggio camping e bungalow nel Parco del Delta del Po rif. 1063

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Contattami

Ciao, Sono Emanuela e sono a tua disposizione per assisterti e fornirti informazioni