Foto di fausto manasse da Pixabay

A Citta’ della Pieve l’ultima fatica di Andrea Vitali

Venerdì 21 agosto alle 18.00, nel Cortile di Palazzo della Corgna, lo scrittore Andrea Vitali riporterà gli spettatori nei mitici anni Trenta della sua Bellano con l’atteso “Un uomo in mutande.” I casi del maresciallo Ernesto Maccadò (Garzanti).

A dialogare con uno dei più bravi narratori italiani saranno il giornalista, scrittore e docente Paolo Scandaletti, Lucia Paoletti e Silvia De Fabrizio.

IL LIBRO

12 aprile 1929. È la volta buona. Capita di rado, ma quando è il momento l’appuntato Misfatti si fa trovare sempre pronto. Dipende dall’uzzolo della moglie, che stasera va per il verso giusto. E così, nel piatto del carabiniere cala una porzione abbondante di frittata di cipolle. Poi un’altra, e una fetta ancora, e della frittata resta solo l’odore.

Che non è buona cosa, soprattutto perché ha impregnato la divisa, e chi ci va adesso a fare rapporto al maresciallo Ernesto Maccadò diffondendo folate di soffritto? Per dirgli cosa poi?, che durante la notte appena trascorsa è stato trovato il povero Salvatore Chitantolo mentre vagava per le contrade mezzo sanguinante e intontito, dicendo di aver visto un uomo in mutande correre via per di là? Sì, vabbe’, un’altra delle sue fantasie. In ogni caso la divisa ha bisogno di una ripulita. Ma proprio energica.

Come quella di cui avrebbero bisogno certe malelingue, che non perderebbero l’occasione di infierire sullo sfortunato Salvatore ventilando l’idea di rinchiuderlo in un manicomio. Anche il Comune, guarda un po’, sta progettando una grande operazione di pulizia, una «redenzione igienica» che doti Bellano delle stesse infrastrutture che vantano già altri paesi del lago, più progrediti nella civiltà e nel decoro. Ma, un momento, che ci faceva esattamente un uomo in mutande, in piena notte, per le vie del paese? E perché correva?

In Un uomo in mutande il maresciallo Ernesto Maccadò si trova per le mani un caso che forse non lo è, o forse sì. Andrea Vitali gioca con il suo personaggio preferito stuzzicando la sua curiosità, e mettendo alla prova le sue doti di buon senso. Una specie di trappola dalla quale chissà se il maresciallo saprà sfuggire. Unica certezza: il godimento del lettore.

Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.

Fonte trasimenooggi.it

Nella zona di Città della Pieve consigliamo un soggiorno presso le seguenti strutture, che accettano sia gruppi che individuali.

Appartamenti a Città della Pieve (PG) Rif. 637

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Contattami

Ciao, Sono Emanuela e sono a tua disposizione per assisterti e fornirti informazioni