Foto di Thanks for your Like • donations welcome da Pixabay

6 tappe alla scoperta del Chianti

Prima tappa obbligata è Greve in Chianti, situato lungo la via Chiantigiana che da Firenze arriva a Siena. Circondata da vigneti e dai tipici paesaggi collinari, Greve è una cittadina attiva fin dal periodo medioevale.
Per una vista panoramica si consiglia la salita del Museo di Arte Sacra San Francesco, da cui si vede tutta la vallata del fiume Greve. Il museo è interamente dedicato all’arte religiosa, con approfondimenti archeologici sui reperti rinvenuti nel territorio.
Il punto principale di Greve è Piazza Matteotti, dove troverete numerose botteghe storiche per gustare i prodotti tipici del territorio. Posto su un’altura dalla quale si domina l’alta valle del fiume Greve e il crinale dei monti del Chianti si trova anche lo splendido castello di Montefioralle.
Poco distante da Greve si trova Panzano, circondato anch’esso dal tipico paesaggio collinare toscano, castelli e cantine, dove è possibile degustare i famosi vini DOC. Caratteristico il centro storico medievale, oggi incorporato nel campanile della chiesa di Panzano Alto. La chiesa di Santa Maria venne edificata nel XIX secolo sopra all’antico edificio medievale ed è caratterizzata da una suggestiva scalinata in pietra. Sosta obbligata alla storica Macelleria Cecchini, dove da 8 generazioni si serve la carne più buona della Toscana. Poco distante da Panzano si trova infine la pieve romanica di San Leolino, risalente all’XI secolo, principale esempio di architettura romanica del Chianti.
Terza Tappa obbligatoria è Gaiole, che vanta la più grande cantina dell’area del Chianti Classico: il Castello di Brolio, ovvero quello stesso castello dove il Barone Bettino Ricasoli inventò la formula del Chianti nel 1872. Gaiole è  un Borgo suggestivo e ricco di storia, anche nei dintorni di Gaiole si trovano alcuni castelli e luoghi di culto molto interessanti, come la Pieve di Spaltenna, il borgo di Vertine, o ancora il castello di Meleto, documentato fin dall’XI secolo.
Quarta tappa è Radda che ha origini ancora più antiche: alcuni scavi archeologici, infatti, hanno rinvenuto antichi insediamenti risalenti addirittura al 2000 A.C; si presenta racchiuso all’interno di una cerchia muraria in parte conservata e ha un aspetto tipicamente medioevale. Il centro storico ha un impianto urbanistico costituito da un asse viario principale, sul quale si apre la piazzetta sulla quale prospettano sia il Palazzo del Podestà che la chiesa parrocchiale.
Quint’ultima tappa dell’itinerario del Chianti è rappresentato da Castellina di Chianti, città di origine etrusca, che conserva le testimonianze di questo antico passato dentro il Museo Archeologico in piazza del Comune. Il museo si trova all’interno dell’antica Rocca, una torre del ‘300 da dove è possibile ammirare un paesaggio che la circonda. Presso il centro storico di Castellina si trova anche il Tumulo di Montecalvario, altra testimonianza di epoca antica. Sempre nella centralissima via Ferruccio, non mancano botteghe e negozi storici, dove troverete il meglio dei sapori toscani.

Ultima tappa del tour alla scoperta dei territori del Chianti  è Castelnuovo Berardenga, altro suggestivo borgo di origine medioevale. Nel caratteristico centro storico si trova il Vicolo dell’Arco, una serie di scalini di pietra con un arco decorato da bassorilievi. Consigliamo una visita al Museo del Paesaggio, realizzato alle estreme propaggini meridionali del Chianti e in prossimità delle Crete senesi. Il percorso espositivo racconta la storia di un territorio prestigioso: all’interno del museo è collocata anche una sezione archeologica che ne ripercorre l’antica storia, dalla protostoria al medioevo, attraversando l’età etrusca e quella romana.

Fonte firenzetoday

Nella zona del Chianti consigliamo un soggiorno presso le seguenti strutture, che accettano sia gruppi che individuali.

Agriturismo nel cuore della Toscana rif. 476
Villaggio sportivo a Colle di Val d’Elsa – Siena rif. 1084

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Contattami

Ciao, Sono Emanuela e sono a tua disposizione per assisterti e fornirti informazioni